VPN per Linux

Linux è un sistema operativo utilizzato attivamente solo da una piccola parte della popolazione mondiale. Per questo motivo, può essere difficile trovare una VPN che funzioni bene su di essa. Molte VPN non hanno software per Linux o offrono solo un servizio scarso. Fortunatamente, ci sono anche fornitori che adottano un approccio diverso. ExpressVPN, ad esempio, offre anche un'ampia rete di server e connessioni veloci per Linux:

Relativamente poche persone usano Linux. Pertanto, gli utenti Linux sono spesso purtroppo una priorità bassa per gli sviluppatori di software. Questo vale anche per gli sviluppatori di VPN. Pochissime VPN offrono buone applicazioni per Linux. Questo rende difficile trovare una buona VPN se usi questo sistema operativo. In questo articolo leggerai tutto sulle migliori VPN per Linux. Abbiamo testato un'intera gamma di VPN e abbiamo elencato le migliori opzioni per te.

La migliore VPN per Linux

Linux e VPN perseguono entrambi lo stesso obiettivo: garantire la tua privacy e sicurezza. Una buona VPN fornisce una connessione sicura tra te e Internet. Tutto il tuo traffico Internet viene inviato attraverso un tunnel virtuale crittografato. Associare il tuo sistema Linux a un servizio VPN è quindi una combinazione vincente quando si tratta di privacy.

Fortunatamente, non tutti i servizi VPN funzioneranno su tutte le distribuzioni Linux. È importante sapere quale VPN funzionerà su quale sistema e quali opzioni sono disponibili. Ci sono grandi differenze tra le VPN quando si tratta di qualità e usabilità per gli utenti Linux. Queste differenze sono molto maggiori rispetto a Windows, perché Linux non è un sistema operativo. Dopotutto, consiste in centinaia di versioni diverse.

  1. Ci vuole tempo, denaro e fatica per personalizzare il software VPN in modo che funzioni correttamente su diversi sistemi Linux. Per questo motivo, alcuni provider scelgono di farlo in modo molto limitato o per niente. Fortunatamente, ci sono alcuni provider VPN che fanno del loro meglio per creare un'ottima applicazione VPN anche per gli utenti Linux.
  2. Quando valuti le migliori VPN per Linux, dovresti prestare attenzione a diversi criteri. Ovviamente è importante che la VPN abbia un'applicazione per Linux. Inoltre, sono importanti la rete di server, la sicurezza, i protocolli e le funzionalità. Sulla base di questi criteri, i seguenti provider VPN risultano al primo posto.

ExpressVPN: per la connessione più veloce su Linux

Disponibile per: Ubuntu, Debian, Fedora, CentOS, Arch, Raspbian.

ExpressVPN è senza dubbio una delle migliori opzioni per gli utenti Linux. La forza di ExpressVPN risiede nella vasta rete di server e nelle velocità incredibilmente elevate di quei server. ExpressVPN ha assicurato che la grande rete di server sia disponibile per molte distribuzioni Linux. Ciò è stato ottenuto mantenendo le impostazioni semplici. Non ci sono campanelli e fischietti, solo pochi semplici comandi per scegliere il tuo server e connetterti ad esso. Uno di questi semplici comandi è la possibilità di attivare e disattivare l'interruttore kill.

  1. Inoltre, ExpressVPN è molto stabile. I server funzionano quasi sempre correttamente e ottengono il massimo dalla velocità della tua connessione Internet. Se ti imbatti in un server che non è così veloce, ci sono sempre molti altri server che ne ottengono il massimo. Anche la sicurezza di ExpressVPN è sempre all'altezza. Ad oggi, non abbiamo riscontrato perdite DNS o WebRTC.
  2. L'unico inconveniente di ExpressVPN è il suo prezzo relativamente alto rispetto ad altri provider VPN. Tuttavia, per quei soldi ottieni un buon provider VPN che funziona perfettamente con Linux. Inoltre, provi ExpressVPN gratuitamente per 30 giorni con la garanzia di rimborso.

NordVPN: sicurezza extra e tante funzionalità

Disponibile per: Ubuntu, Debian, Fedora, CentOS, OpenSUSE, RHEL, QubesOS.

NordVPN è simile a ExpressVPN in molti modi. Entrambi i provider VPN hanno una vasta rete di server, server veloci e funzionano su molte distribuzioni diverse. Tuttavia, ci sono alcune differenze. ExpressVPN è leggermente più veloce, ma NordVPN ti offre più opzioni. Mentre ExpressVPN ti consente solo di scegliere un server e attivare il kill switch, NordVPN ti offre tutti i tipi di impostazioni extra per maggiore sicurezza e privacy. Ad esempio, con NordVPN puoi impostare le seguenti opzioni su Linux: kill switch, connessione automatica, server DNS personalizzati, selezione del protocollo, server offuscati e un indirizzo IP dedicato.

  1. La maggior parte degli utenti Linux non troverà queste funzionalità aggiuntive un lusso inutile. In effetti, per le persone orientate alla privacy di écht, i server offuscati, i cybersec e i server DNS personalizzati sono molto utili. Nonostante le sue numerose opzioni, NordVPN è facile da usare su Linux. I comandi del terminale sono logici e intuitivi. Se hai difficoltà, puoi consultare le loro numerose guide.
  2. Come con ExpressVPN, l'unico inconveniente di NordVPN è il suo prezzo relativamente alto. Tuttavia, NordVPN ha molte promozioni speciali per ottenere un abbonamento più economico, inclusa la garanzia di rimborso.

Private Internet Access (PIA): una buona app Linux economica

Disponibile per: Ubuntu, Debian, (Fedora), Arch, (Slackware).

NordVPN ed ExpressVPN possono avere le migliori reti di server, velocità, sicurezza e marketing. Eppure PIA è riuscita a occupare un posto speciale nel mercato delle VPN. Questa VPN affidabile, orientata alla privacy e conveniente ha un'app facile da usare anche su Linux. In PIA, infatti, l'app Windows funziona anche su Linux. Questo è particolarmente di valore aggiunto per gli utenti Linux un po' meno esperti 

  1. La rete di server di PIA non è estesa come quella di NordVPN ed ExpressVPN. Anche i server non sono così veloci, ma per la maggior parte degli utenti ciò non è necessario. Finché i server sono affidabili e stabili. Questo è certamente il caso di PIA. Le velocità dei server PIA vanno bene, raramente fluttuano e raramente soffrono di problemi di sicurezza come perdite DNS. Ciò che sacrifichi in velocità, lo vedi anche nel tuo portafoglio. PIA è infatti la VPN più economica in questo elenco.
  2. Infine, PIA ha anche molte funzionalità extra. L'app "mazza" ti protegge da pubblicità, tracker e malware. Puoi anche configurare server DNS personalizzati e persino un proxy SOCKS5. In breve, PIA è uno dei provider VPN più affidabili, convenienti e di facile utilizzo per Linux.

Mullvad: per l'utente Linux alle prime armi

Disponibile per: Ubuntu, Debian, Fedora.

Mullvad ha una forte politica "no log" e offre un'interfaccia utente (UI) separata per gli utenti Linux. Installare e configurare una connessione VPN con Mullvad è incredibilmente facile. Dopo aver creato un account e ricevuto il codice di accesso, scarichi il "repository" sulla sua pagina Linux. Quindi apri l'app e scegli un server. È così semplice. La facilità d'uso di Mullvad lo rende la VPN perfetta per gli utenti Linux meno esperti.

  1. La rete di server di Mullvad non è grande come quella di NordVPN o ExpressVPN, ma è comunque una delle migliori reti di server per gli utenti Linux. Mullvad offre oltre 400 server in 39 paesi. Questi server sono molto veloci e molto sicuri. Funzionano solo attraverso i protocolli OpenVPN e Wireguard, i protocolli più sicuri disponibili. Mullvad ha anche i propri server bridge per aggirare i firewall potenti.
  2. Con un prezzo fisso di 5€ al mese, Mullvad è leggermente più costoso della maggior parte degli altri provider VPN. Tuttavia, a questo prezzo ottieni una VPN stabile, affidabile e molto intuitiva per gli utenti Linux. Sfortunatamente, Mullvad ha il suo quartier generale in Svezia, un paese dai 14 occhi. Se si tiene conto di questo, Mullvad può comunque fungere da buona VPN per Linux.

Cosa dovresti considerare quando scegli una VPN per Linux?

Quando vuoi acquistare una VPN per Linux, devi tenere in considerazione una serie di cose. Ad esempio, è importante che il software VPN sia disponibile per Linux. Inoltre, dovresti prestare attenzione a quali protocolli sono supportati per la tua distribuzione. Inoltre, è importante che la VPN renda disponibili sufficienti funzionalità su Linux. Infine, è bene vedere se la VPN è user-friendly per le tue esigenze. Abbiamo preso in considerazione tutti questi aspetti nella scelta delle migliori VPN per Linux. Decidi tu stesso quali elementi ritieni importanti e scegli una VPN adatta a te. Vuoi maggiori informazioni su cosa cercare esattamente? Spieghiamo brevemente ogni fattore di seguito.

Software per Linux

Prima di tutto, è importante che il provider VPN disponga di software per Linux. Questo non è sempre il caso. Inoltre, le applicazioni sono spesso disponibili solo per determinate distribuzioni. Se il provider VPN non dispone del software per la tua versione Linux, devi configurare manualmente la connessione VPN. Questo è molto lungo e complicato. Inoltre, il software VPN offre maggiore sicurezza nella maggior parte dei casi. Ti consigliamo di acquistare una VPN che offra software per Linux da sola. Nelle nostre approfondite recensioni sui provider VPN puoi leggere se un provider VPN dispone di software per Linux.

Protocolli per Linux

Spesso un provider VPN offre un numero limitato di protocolli per Linux. Queste sono di solito solo le opzioni comunemente usate. Se vuoi usare un protocollo meno conosciuto, questo può essere fastidioso. Quindi è saggio prima scoprire quali protocolli sono supportati dal tuo provider VPN quando si tratta di Linux in particolare. Puoi trovare i protocolli nei manuali del provider VPN. A proposito, ti consigliamo di utilizzare OpenVPN o WireGuard quando possibile anche su Linux. Questi sono i protocolli VPN più veloci e sicuri. Inoltre, è supportato dalla maggior parte delle distribuzioni.

Opzioni extra come guardare Netflix e scaricare torrent

Quando si sceglie una VPN per Linux, è consigliabile prestare attenzione a esattamente quali sono le proprie esigenze. Con la maggior parte dei provider VPN, solo alcune delle loro normali funzionalità funzionano per gli utenti Linux. Ad esempio, una VPN potrebbe consentire di scaricare torrent in modo anonimo su Windows o Mac OS, ma non su sistemi Linux. Lo stesso vale per Netflix. Non tutte le VPN per Linux offrono l'accesso al Netflix americano. Quindi, se desideri determinate funzionalità, controlla prima se sono disponibili per la tua distribuzione.

Facilità d'uso per Linux

Quando si confrontano i provider VPN, è saggio considerare l'usabilità delle VPN. Esistono due modi per utilizzare una VPN con Linux:

  • Controlla manualmente una VPN tramite il terminale.
  • Usa un client VPN con una vista grafica.

Molti provider VPN offrono una connessione VPN su Linux, ma di solito devi controllare questa VPN tramite terminale. Questo non è necessariamente un problema, sebbene il suo funzionamento manuale richieda una certa conoscenza tecnica delle "righe di comando". Questo non è favorevole all'usabilità.

Se preferisci utilizzare il software più semplice di un provider VPN, è consigliabile prestare molta attenzione a questo. A proposito, devi ancora installare queste applicazioni con il terminale. Una volta installati, offrono il familiare display grafico.

Pericoli delle VPN (gratuite) su Linux

Ci sono alcune VPN da cui è meglio stare alla larga. Ci sono diverse ragioni per questo. Uno di questi motivi è la manutenzione dei log. I registri sono file di informazioni che tengono traccia delle informazioni sull'utilizzo di Internet. Questi possono quindi essere collegati al tuo indirizzo IP. Sulla base di questi registri, è possibile scoprire la tua vera identità. Ci sono VPN che hanno persino consegnato questi dati di registro ai governi. Se vuoi rimanere completamente anonimo, scegli una VPN che non conservi i log.

Ci sono molte VPN gratuite che possono sembrare interessanti. Eppure spesso li sconsigliamo, in parte perché molti provider gratuiti tengono i registri. Inoltre, le VPN gratuite sono generalmente meno sicure, hanno limiti di velocità o dati e talvolta diffondono persino malware. Inoltre, ci sono poche VPN gratuite con un'applicazione Linux. Invece di una VPN gratuita, è meglio scegliere una VPN premium relativamente economica.

Perché hai bisogno di una VPN su Linux?

Ci sono diversi motivi per utilizzare una VPN. Le tre ragioni principali sono privacy, sicurezza e libertà.

Privacy

Tutti i computer hanno un indirizzo univoco, chiamato indirizzo IP. Con questo indirizzo, altri possono scoprire la tua posizione e identità. Una VPN nasconde il tuo indirizzo IP, così puoi navigare in Internet in modo anonimo e libero. Prendi l'indirizzo IP di un server VPN. Ciò significa che i siti web che visiti non possono più vedere chi sei. Una VPN può garantirti un maggiore anonimato durante la navigazione.

Sicurezza

Linux è un sistema operativo "open source". Ciò significa che chiunque può accedere al software di Linux. Per questo motivo, i punti deboli del software vengono individuati più rapidamente. Questo lo rende molto più sicuro di molti altri sistemi operativi.

Tuttavia, Internet rappresenta un rischio per la sicurezza degli utenti Linux. Se colleghi il tuo dispositivo non protetto a una rete Wi-Fi pubblica, gli hacker possono intercettare tutto il tuo traffico Internet. Quindi abusano dei tuoi dati in tutti i modi. Con una connessione VPN sei protetto contro questo tipo di crimine.

La libertà

Una buona connessione VPN ti dà accesso a siti Web bloccati. Alcuni siti web non sono accessibili in tutto il mondo. Ciò potrebbe essere dovuto a blocchi geografici o censura nel paese in cui ti trovi. Con una VPN puoi scegliere un server in un altro paese. Quindi acquisisci l'indirizzo IP di questo server. Questo ti dà accesso al sito web che vuoi visitare.

Esempi di siti Web e piattaforme bloccati con contenuti che dipendono dalla tua posizione sono Netflix e la piattaforma olandese Uitzending Gemist. Puoi accedere a queste piattaforme di streaming in tutto il mondo, senza perdere alcun contenuto, utilizzando una VPN.

Configurare una VPN su Linux

Una volta che hai un abbonamento VPN, ovviamente vuoi usarlo il prima possibile. Ecco perché spieghiamo passo dopo passo come installare e configurare facilmente un'applicazione VPN su Linux:

  1.  Accedi al tuo account VPN. Puoi farlo attraverso il sito web del tuo provider VPN. Apri il terminale Linux e vai alla cartella in cui è stato scaricato il client VPN.
  2.  Immetti il "comando di installazione" per il file in questione. Se questo non funziona, dovrai prima decomprimere il file.
  3.  Una volta installata l'applicazione, avviala e accedi con le informazioni del tuo account.
  4.  Scegli il server desiderato e fai clic su Connetti. Ora sei connesso alla VPN!

Conclusione

Linux e una VPN formano una buona squadra, perché insieme tengono lontani molti sguardi indiscreti. Sei anche molto più sicuro, perché una VPN crittografa il tuo traffico Internet e il malware è molto meno presente per i sistemi Linux. Sfortunatamente, molti provider VPN hanno capacità limitate per Linux. Ecco perché è importante controllare attentamente quali provider VPN sono disponibili per la tua distribuzione Linux.

Quattro provider VPN che funzionano bene con Linux sono ExpressVPN, NordVPN, PIA e Mullvad. Se desideri le migliori velocità, ti consigliamo ExpressVPN. Vuoi un maggiore controllo sulle tue impostazioni? Allora NordVPN è l'ideale. Se desideri una VPN decente e affidabile a un prezzo competitivo, PIA è la scelta migliore. Infine, puoi anche scegliere Mullvad, per ulteriore anonimato e facilità d'uso.

Lascia un commento

it_ITItalian